Il PCC riscrive la storia per giustificare la sua repressione della lingua e della cultura tibetana.

Nel marzo 2019, in coincidenza con il 60 °  anniversario dell’insurrezione nazionale tibetana, il governo cinese ha pubblicato il cosiddetto white paper, un  documento di autocompiacimento dal  titolo ” Riforma democratica in Tibet – Sessant’anni “. Nel documento, il cinese il governo ha confrontato le condizioni socio-economiche e politiche del Tibet indipendente e l’attuale situazione sotto il dominio coloniale cinese. Libri […]


10 marzo 1959 – 10 marzo 2019, 60 anni di oppressione per il popolo tibetano: per non dimenticare, per continuare a resistere

/ 10 marzo 1959 – 10 marzo 2019, 60 anni di oppressione per il popolo tibetano: per non dimenticare, per continuare a resistere. Geshe Dondup Tsering, Roberto Pinter, Tenzin Khando Il 10 marzo del 1959 il Dalai Lama fu costretto ad abbandonare il Tibet e rifugiarsi in India. Lo fece per sottrarsi all’occupazione militare della […]


Lettera appello a Conte perché eviti che l’Italia, sia unica tra i G7, ad aderire al progetto della Nuova Via della Seta / One Belt One Road, perché è contrario all’agenda dell’UE per la liberalizzazione del commercio e spinge gli equilibri di potere a favore delle società cinesi sovvenzionate.

Trentino for Tibet aderisce convintamente a questo appello da Facebook Torce umane in Tibet “Abbiamo mandato questa lettera a CONTE, SALVINI e DI MAIO. Non abbiamo molte speranze che sortisca qualche effetto. Se non ci riescono gli USA e l’EUROPA non credo riusciremo noi. Condividetela il più possibile. Almeno sui social se ne parlertà …. […]


59 anni di esilio dal Tibet

Il 10 marzo 1959 il popolo tibetano insorse pacificamente contro l’occupazione militare e la repressione cinese in Tibet e a seguito della violenta reazione il Dalai Lama fu costretto insieme a tanti altri all’esilio. Questi cinquantanove anni hanno significato sofferenza e distruzione incalcolabili per la terra e il popolo tibetani,e segno della disperazione di un popolo sono le tante persone, […]


Dhondup Wangchen, video-maker attivista tibetano è libero dopo dieci anni negli Stati Uniti

San Francisco, 27 dicembre: il video-maker attivista tibetano Dhondup Wangchen è arrivato in salvo a San Francisco il pomeriggio del 25 dicembre, dopo una rischiosa fuga dal Tibet e dalla Repubblica popolare cinese. Dhondup Wangchen, 43 anni, chiaramente stanco ma sollevato, ha dichiarato all’arrivo: “Dopo molti anni, questa è la prima volta che provo la […]